Che fine hanno fatto quei piatti particolari???

Devo ammettere che è stata dura lo scorso anno riuscire a cambiare assetto societario e nome del locale… ma niente in confronto alla impossibilità di cambiare le destinazioni e i links sul web.
 Sporadicamente mi viene chiesto l’esistenza di una degustazione vegetariana scoperta online sul sito.
 Ho specificato “sporadicamente” ma senza soluzione di continuità, i riferimenti al sito e alle proposte vegetariane creano disagi sia a quelli che si siedono nel locale con una aspettativa particolare sia a me che devo spiegare il cambio di rotta.
 Sinceramente non capisco perchè dopo sette anni sette , adesso che i piatti vegetariani non li faccio più la gente scopre l’esistenza non solo della dieta vegetariana ma anche dei miei siti, prima nonstante la pubblicità e innumerevoli ricette pubblicate rimanevo nell’oblio ….
 ma sento già qualcuno dirmi che è sempre così…
 Approfitto per dire che ho nascosto il blog di Pancapanna per evitare che esca nei motori di ricerca e creare false aspettative e pubblicare il menù della Locanda appena aggiornato

Prima che finisca la stagione, una ricettina dell’antipasto più gettonato quest’inverno

Polenta croccante con crema di castagne al miele e bacon di speck
Ingredienti:
Fogli di riso per involtini primavera

polenta già pronta

funghi porcini (freschi o secchi)

formaggio

castagne secche

miele di acacia

speck a fette

un tuorlo

olio di mais per friggere

Procedimento:

Mettete a lessare le castagne secche in acqua con un ramo di rosmarino. Quando sono stracotte scolatele tenendo un poco d’acqua di cottura,e frullatele a crema con un abbondante cucchiaio di miele.

Scaldate la polenta leggermente e amalgamatela con i funghi e il formaggio,

ponete i fogli di riso in acqua molto calda e appena ammollati stendeteli su un tagliere, separateli a metà e in ognuna di esse mettete una pallina di polenta calda.

Spalmate i bordi di tuorlo e chiudete il riso attorno alla polenta a pacchetto. Lasciate riposare un dieci minuti.

Portate a ebollizione l’olio, e tuffatevi la polenta, lasciate cuocere per almeno 10 minuti circa e mentre asciuga nella carta assorbente friggete le fette di speck. Servite realizzando delle strisce di crema di castagne sul fondo e appoggiate la polenta sopra, guarnendo con dei petali di speck fritto.

Accompagnate con un vino brioso come un Bonarda a temperatura ambiente, buona giornata.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...