Con un po’ di pesce…

Semi di lino

Caratteri botanici

Il Lino è una pianta erbacea a radice fittonante, sottile e poco ramificata, con fusto eretto, unico o ramificato nelle varietà a seme), che di rado supera il metro di altezza; le foglie sono sessili o brevemente picciuolate, intere, strette, glabre, alterne, raramente opposte. I fiori, solitari o riuniti in corimbi, sono formati da 5 sepali e 5 petali, in genere azzurri, talcolta bianchi o violacei. Il frutto è una capsula pentacarpellare e ogni carpello è biloculare; ogni loggia contiene un seme, di colore variabile (bruno, bruno-rossastro, bruno-olivastro) lucente, ricco di olio e povero dialburno, allungato, ovale. Lo strato più esterno del tegumento è formato da cellule poligonali che hanno la proprietà di rigonfiare in acqua.

fiore di lino
curry classico

Gioiscano gli amanti delle cucina speziata: il curry non solo fa bene all’appetito, ma usato due volte a settimana può allontanare lo spettro della demenza senile e dell’Alzheimer.

La curcumina, componente del curry, è stata studiata attentamente da un team di ricercatori della Duke University del North Carolina, in America. Gli esperimenti sugli animali hanno dato come risultato una correlazione positiva tra gli effetti della curcumina e la lucidità mentale, che potrebbero essere gli stessi anche nell’uomo.

Spada, sfoglia cruda di semi di lino, mayoriso al basilico e gelato al

curry rosso


Spada, sfoglia cruda di semi di lino, mayoriso al basilico e gelato al curry rosso

Ingredienti:

Per la sfoglia

1 tazza di semi di lino

succo di mezzo limone

eventuali aromi: aglio, cipolla, succo di carota, spezie.

acqua q.b.

per la mayoriso

circa 200 g di olio di mais


200 g di crema di riso

aromi:

10 foglie di basilico

senape

limone

aceto

sale

per il gelato

riso bollito (gr 100 in 1 lt di acqua )g. 350

panna di soia g 150

uova n 6

zucchero g 200

1 cucchiaio di miele

curry rosso in polvere 3 cucchiaini

per il pesce

un cubo da 80/90 g.

Bollicine Franciacorta

olio evo

Procedimento

gelato

Separare gli albumi dai tuorli montare gli albumi con 100 g. di zucchero e i tuorli con lo zucchero rimanente, amalgamate con i tuorli il riso frullato, la panna di soia e il curry in polvere; unite il tutto e mettete nel congelatore.

sfoglia

Metti a bagno i semi di lino per circa 8 ore coperti di acqua. I semi diventeranno una massa gelatinosa, aggiungi il succo di limone e gli eventuali aromi e mescola bene, poi frulla il tutto fino ad ottenere una massa spalmabile. Poi spalma molto sottilmente  su un foglio di carta da forno e metti ad essiccare, per altre 8 ore circa o fino a quando il composto si staccherà dalla carta forno. Si conserva, se ben essiccato, a temperatura ambiente e si usa al bisogno.
Mayoriso

Con il mixer a immersione frullare la crema di riso e l’olio a filo arricchendo pian piano con gli aromi.

Assaggiate man mano per trovare il giusto equilibrio degli ingredienti.

Per rendere la salsa più fluida e vellutata aggiungete della panna di soia o di avena…..

Lo spada

Dalla parte centrale ricavare dei cubi con circa 5/6 cm di lato. Marinate un’ora nel vino e olio; poi rosolate su di una piastra rovente per un minuto per lato.

Impiattate con un foglio di semi di lino, una quenelle di mayoriso e una pallina di gelato al curry; olio a crudo e erba cipollina per finire.

P.s. mentre mi preparavo a trovare un valido abbinamento ecco che all’improvviso un’illuminazione mi facilita la scelta: una birra, abbino una birra una lager chiara che con il curry va benissimo:

Birra Lager Chiara “Sveva” – Grado Plato

Commovente la bottiglia da 0,750 con la macchinetta, come da tradizione.
Ha aspetto invitante, con il suo paglierino chiaro lattiginoso, grigiastro: con una enorme spuma bianca tracimante e sopra tutto resistente, per molti minuti.
Odora netta e diretta di lieviti, luppolo e buccia di limone fresca.
Il sorso è liscio , con solo una timida traccia dell’effervescenza incotrata poc’anzi. Poi s’ingrossa subito, assumendo uno spessore più fitto, senza rinunciare ad una folgorante bevibilità ed ad una chiara freschezza. Dolce nel mezzo, ha una spiccata uscita amara.

Buon appetito.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...