pizza al cavolfiore e scamorza

Ieri sera serata mondana…
ci sono a volte dei desideri che rimangono nel cassetto per sempre, altri che inaspettatamente vengono esauditi.
E’ capitata la seconda ipotesi… e cosa c’entra la pizza? E’ la conseguenza dell’ispirazione che mi è venuta dopo il concerto di Renzo Arbore al Ponchielli di Cremona.

Le locandine all’esterno del teatro
Ecco il momento dell’attesa all’ingresso
Uno scorcio dello splendido Teatro

Renzo Arbore con l’immancabile clarinetto



al pianoforte in duetto con l’amico di sempre Gegè Telesforo



E così per una volta nella vita potevo evitarmi foto e autografo di rito? ennò..eccomi qui.

Il resoconto della serata è stato un tripudio di adrenalina… tre ore di concerto sono pochi che se le possono permettere. All’inizio ho temuto che predominasse la classica freddezza cremonese, anche se mista a affettuoso timore reverenziale. Sul palco non hanno certo aiutato a scaldare subito l’ambiente, iniziando il concerto eludendo la regola non scritta di partire subito con un “filotto” di brani ritmati ed energici, ma bensì con canzoni della più pura tradizione napoletana e torcibudella: ‘era de maggio, voce ‘e notte…ma poi via via sempre più caricandosi e caricando il pubblico,prima con un toccante omaggio a Nino Manfredi con “tanto pe’ cantà” e poi nei momenti finali dove ha fatto cantare tutti insieme “ma la notte…”Insomma, posso fare a meno di scrivere di un successo annunciato, di un professionista, e un signore..a sipario chiuso è uscito a scambiare delle battute dal palcoscenico con gli avventori delle prime file; e poi non si è risparmiato aneddoti, battute, gag con Gegè e una interminabile (20 minuti) “ma la notte …no” con interpretazioni in chiave blues, messicana, jazz, africana, hip-pop, lasciando spazio ai bravissimi musicisti dell’orchestra.
In quindici l’abbiamo aspettato all’uscita per un saluto, che come si vede prontamente soddisfatto. E la pizza? un omaggio alla musica napoletana!

2 thoughts on “pizza al cavolfiore e scamorza

  1. Ehi,…ma questa faccetta stupita ed attonita,cos'e'?
    Insomma davanti ai propri miti si rimane un po' tutti così vero?
    Puoi avere cinque o cinquantanni,l'effetto non cambia ed è questo il bello. Se riusciamo a tenere il bimbo che c'e' in noi e a godere di momenti che per molti sono “scontati” abbiamo il segreto per poter essere ogni giorno un po' felici.
    Sono contenta per la tua serata mondana e se poi prepari una pizza con farina integrale e tofu con verdure ancora di piu'…slurp…senza pomodoro,magari alla prossima sbirciatina la trovo sul to blog,vero?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...